COOKIE POLICY

Notizie

Novità e notizie sul mercato immobiliare

Condomini morosi salvi – Ecco la nuova normativa in fase di approvazione

condomini morosi salvi

Condomini morosi salvi a rimetterci saranno i condomini che hanno sempre pagato regolarmente le spese di condominio

Condomini morosi salvi – queste 3 parole sintetizzano perfettamente le conseguenze del nuovo regolamento che sta per essere approvato dal governo.

Tra pochi giorni i proprietari di appartamenti in condominio esiteranno prima di avviare un processo contro coloro che non sono in regola con i pagamenti. Il motivo di ciò?

Una nuova riforma, del processo civile, che da ora potrebbe avere esito, non solo inconcludente, bensì dannoso nei confronti del creditore. Finora, le modalità di questo processo, non comportavano rischi nei confronti della parte lesa, in quanto il bene pignorato, sarebbe stato comunque venduto, vista l’assenza di limite del numero delle aste. Da ora però il limite ci sarà. Ed è di sole 4 aste.

Il cambiamento fondamentale arriva, all’ultimo tentativo di vendita del bene, il quarto appunto,  che sarà ad offerta libera. Se anche questa asta andrà deserta, il bene tornerà a tutti gli effetti al condomino morosi. E il creditore?.

Il creditore non solo non verrà risarcito, ma dovrà anche pagare le spese per il processo, mentre il condomino inadempiente, avrà libero accesso al suo immobile e ai suoi beni senza conseguenze. Come può allora il creditore rivalersi in sicurezza nei confronti del condomino moroso?

Come rivalersi sul condomino moroso

Le azioni da intraprendere sono davvero poche. L’unica possibilità è: durante il 4 tentativo di vendita del bene (dato che l’asta dovrà essere a offerta libera), comprare l’immobile. Questa azione serve per cercare successivamente di rivendere lo stesso, recuperare i soldi spesi e il credito del condomino moroso. Tutto ciò è stato causato, da una gestione passata non corretta. Non tanto da parte della procedura di pignoramenti, ma bensì da quella successiva. Il giudice infatti impone, una stima del bene pignorato. I funzionari incaricati, ignorando l’andamento del mercato immobiliare, sovrastimavano l’immobile. Ciò causa un numero elevato di tentativi d’aste, prima che il bene si allineasse con il valore effettivo di mercato.

Si può certamente parlare di condomini morosi salvi ma non si può dire altrettanto del resto degli abitanti del condominio. A causa di questa riforma, rischiano di incorrere in pagamenti straordinari o in ulteriori costi per tutelare i propri interessi. Condomini morosi salvi, apparentemente un vantaggio, ma come al solito a rimetterci sono le brave persone.

Se vuoi sapere come si compra un immobile in Asta Giudiziari senza alcun rischio clicca QUI